DOPO L'ASTA

PAGAMENTI

Il pagamento del prezzo di aggiudicazione – oltre ai diritti d’asta pari al 24% comprensivi dell’IVA prevista dalla normativa vigente – è da effettuarsi entro 7 giorni lavorativi dal termine dell’asta, secondo le seguenti modalità:

  • Contanti (fino ad € 2.999,00)
  • Carta di credito/bancomat (circuiti MasterCard, Visa e American Express)
  • Assegno bancario o circolare (previa verifica con l’istituto di emissione) intestato a Bolli&Romiti S.r.l.
  • Bonifico bancario – con causale indicante numero/i di lotto – presso: Intesa Sanpaolo, filiale 6831, Roma-Prati, IBAN: IT11W0306903388100000009017 bic/swift: BCITITMM

RITIRO

Il ritiro dei beni acquistati, subordinato al pagamento, deve avvenire entro 10 giorni lavorativi dalla data dell’asta, previa presentazione di un documento d’identità del ritirante e/o di delega scritta dell’acquirente, in caso di ritiro da parte di terzi.

A richiesta, lo Staff Bolli&Romiti può occuparsi dell’imballaggio delle opere, a spese e a rischio dell’aggiudicatario. In caso di mancato pagamento, i beni resteranno in custodia presso Bolli&Romiti fino al saldo o all’eventuale riconsegna al committente.

Dopo 10 giorni lavorativi, Bolli&Romiti non è più responsabile della custodia e deterioramento delle opere e al proprietario sono addebitati i seguenti costi di magazzinaggio: (I) Mobili e sculture: € 15,00 al giorno + IVA (II) Dipinti: € 10,00 al giorno + IVA (III) Oggetti: € 5,00 al giorno + IVA. Previa comunicazione, i beni potranno essere trasferiti presso i depositi di Itaca Transport (Via Rocca di Cave, 31 – Roma), che applicherà le medesime tariffe di magazzinaggio oltre alle spese di trasporto.

SPEDIZIONE ED ESPORTAZIONE

Lo Staff Bolli&Romiti è lieto di supportare gli acquirenti nella spedizione dei lotti acquistati, a rischio e spese dell’acquirente. Il D.lgs n. 42 del 22/01/2004 regola l’esportazione dei beni culturali al di fuori del territorio italiano. Il Regolamento CEE n. 3911/92, modificato dal Regolamento CEE n. 2469/96 e dal Regolamento CEE n. 974/01 regola invece l’esportazione extra Unione Europea.

L’acquirente è tenuto a procurarsi personalmente le licenze di esportazione necessarie; Bolli&Romiti non risponde né garantisce per il rilascio delle stesse, ma su richiesta può fornire al cliente supporto per l’espletamento delle pratiche. La mancata concessione delle suddette licenze non autorizza l’annullamento dell’acquisto. In riferimento all’art. 8, 1° comma, lett. B, del DPR 633/72 per l’esportazione del bene extra UE e il rimborso dell’IVA, è necessario (I) completare le relative pratiche doganali entro 3 mesi dalla fatturazione, (II) inviare a Bolli&Romiti la bolla doganale originale o documento equipollente, tenendo conto che il termine di 3 mesi di cui sopra potrebbe essere sospeso per il tempo necessario ad ottenere il certificato di esportazione.