33%

260. Grande piatto

stemmato in maiolica a fondo bianco dipinta nei toni dell?ocra, verde e marrone nella maniera di Giacomo Gentile il Vecchio raffigurante sul cavetto la scena di Solimano che sale sul carro magico di Ismeno tratta dal X canto della Gerusalemme Liberata del Tasso. Sulla tesa una ghirlanda continua di foglie e fiori su cui posano amorini due dei quali sorreggono uno stemma araldico qualificato da un toro rampante fra tre aquile coronate.
Castelli, circa 1670, d. cm. 34,5
La scena rappresentata nel cavetto replica quella di una delle tre tele attribuite a Francesco Allegrini che furono trasferite nella Sala dei Capitani del Palazzo dei Conservatori a Roma (fig.1) da Palazzo Mattei Paganica dopo il 1930 e inserite nel soffitto a cassettoni.
Da tale dipinto è stata tratta un’incisione a cui il pittore del nostro piatto si è verosimilmente ispirato (fig.2).

4.000





    COD: ASTA_42_LOTTO_260 Categoria: