25%

86. Rara tazza monoansata con piatto

in porcellana bianca, policroma e dorata, dipinta da Giovanni Caselli (1698-1752).
Napoli, Real Fabbrica di Capodimonte, circa 1750, marca giglio in blu, la tazza h. cm. 8; il piatto d. cm. 13 (lievi perdite di oro al bordo della tazza e alla base del piede).
Prov.: già Collezione Giovanni e Gabriella Barilla: questa tazza faceva parte di un pendant di due passate in asta da Sotheby’s Londra il 14 marzo 2012, The Collection of Giovanni and Gabriella Barilla, n. 226.

Questi rari manufatti sono dipinti a raffigurare due personaggi orientali in conversazione dalle vesti interamente dorate, inseriti in un giardino con balaustre e cipressi in lontananza. Le figure si muovono su un terreno erboso con massi rocciosi in primo piano. La decorazione eseguita con dovizia di particolari fa propendere per l’attribuzione alla mano di Caselli. Egli si distinse per l’utilizzo di una delicata tavolozza cromatica e per l’abile resa miniaturistica delle scene rappresentate su tazze come quelle conservate presso l’Accademia Tadini di Lovere, non firmate, e quella presso il Museo Poldi Pezzoli a Milano, oppure sulla tabacchiera ornata da scene tratte dalla storia di Giuditta e Oloferne e conservata nel Museo Duca di Martina di Napoli.
La decorazione con figurine di cinesi risente molto del forte richiamo che la porcellana orientale iniziò a esercitare in Europa centrale fin dagli inizi del XVIII secolo.

Per una tazza simile si veda A. Mottola Molfino, Porcellana in Italia. Il Piemonte, Roma e Napoli, Busto Arsizio 1977, tav. XXVI; A. Caròla-Perotti, Le porcellane dei Borbone di Napoli: Capodimonte e Real Fabbrica Ferdinandea, 1743-1806, Napoli 1986, n. 23; una tazza con piatto simili alla nostra è passata in asta da Sotheby’s, La Collezione Vivolo. Importanti porcellane e maioliche, Milano 13 novembre 2007, lotto 206.

8.000 6.000


COD: ASTA_29_LOTTO_86 Categoria: