I vetri di Murano

La più antica testimonianza scritta relativa all’industria vetraria veneziana risale al 982¸quando in un atto di donazione compare il nome di un tale Dominicus “fiolario”, ovvero fabbricante di “fiole” o ampolle in vetro; a esso seguirono poi molti altri documenti, dall’anno mille in poi, che testimoniavano la presenza di fornaci per la lavorazione del vetro a Venezia prima e successivamente a Murano, quando la Repubblica di Venezia, nel 1291,  per prevenire gli incendi in città, stabilì la distruzione di vetrerie costruite in città e ordinò ai vetrai di spostare le loro fonderie a Murano, dove le prime sorsero nel noto Rio dei Vetrai. Contrariamente a quanto normalmente accade, l’arte del vetro non sorge a Venezia in quanto luogo di produzione delle materie prime, ma per la facilità di importare le stesse da luoghi lontani, visto lo sviluppo e l’importanza dei commerci navali nella laguna. Si tratta quindi di un’arte che…

Read more