La Casa d'Aste Bolli&Romiti vi ringrazia per il grande successo ottenuto nell’ultima asta di luglio dedicata allo scultore Assen Peikov, che ha registrato il 90% dei lotti aggiudicati.

CONTATTACI

I nostri esperti sono a vostra disposizione per valutazioni gratuite e riservate di intere collezioni e singoli beni per le prossime aste autunnali.

SFOGLIA I CATALOGHI

APPROFONDIMENTI

Assen Peikov

Nasce a Sofia, in Bulgaria, il 28 giugno 1908 da Nicola Peikov e da Nevenka Bonceva. Dopo la nascita di Assen e Ilia, la famiglia Peikov si trasferisce a Sevlievo, città natale di Nicola. Alla morte di quest’ultimo entrambi i figli vengono mandati nel monastero di Shipka per poter studiare. Appena in età per partire, Assen Peikov entra nella Scuola di Marina di Sozopol dove ottiene il diploma nel 1933. Il suo sogno è però quello di diventare uno scultore e già allora inizia a scolpire piccole cose. Uno di questi oggetti, un pesce, finisce nelle mani di Andrei Nikolov, già affermato scultore bulgaro, che prende in simpatia Assen e lo pone sotto la sua tutela, aiutandolo a entrare all’Accademia di Belle Arti di Sofia dove nel 1937 si diploma con medaglia d’oro. Con pochi risparmi riesce ad aprire uno studio a Zar Osvoboditel 33 a Sofia dove, il 25…
Read More

Francesco Antonio Saverio Grue

Nato a Castelli il 7 marzo 1686, figlio di Carlo Antonio Grue e della prima moglie Ippolita Pompei, Francesco Antonio Saverio Grue è considerato uno dei più eminenti artisti della maiolica castellana. Personalità eclettica dalla vita avventurosa e in parte romanzata, era stato destinato dal padre alla carriera ecclesiastica; fuggito dal seminario di Penne, fu iscritto ad Ascoli Piceno, dove studiò latino e metrica, componendo versi poi trascritti su alcune sue maioliche. Soggiornò a Napoli e per qualche tempo a Roma, per approfondire le sue conoscenze in Diritto Canonico. Nel 1705 era ad Urbino, dove conseguì la laurea in Filosofia e Teologia, come testimoniano alcune maioliche firmate col toponimo. Le lunghe assenze da Castelli, confermate dal testamento del padre Carlo Antonio, che detrasse 354 ducati dalla eredità a lui spettante, per averlo mantenuto agli studi, resero tesi i rapporti con il genitore che a tal proposito scrive: “un giorno… (mi)…
Read More

La pittura ricamata

Nell’ampio panorama della storia dell’arte, un settore ancora poco esplorato è quello dei dipinti ricamati, la cui tecnica risale al primo Rinascimento, quando il ricamo aveva raggiunto livelli talmente elevati da permettere di realizzare opere in grado di competere con quelle pittoriche. I dipinti ricamati venivano spesso eseguiti su bozzetti e disegni preparatori di pittori celebri, come ricorda il Vasari nelle sue “Vite”, o ispirati a importanti quadri coevi reinterpretati con alcune varianti. Inizialmente rivolti soprattutto ad una committenza ecclesiastica, con funzione anche di catechesi e di istruzione religiosa per il popolo, nel ‘600 entrano a far parte anche del collezionismo laico, a conferma dell’alto livello di perfezione esecutiva raggiunto e del conseguente successo tra i contemporanei. Essi sono presenti in grandi raccolte, come quella medicea a Firenze, e nelle abitazioni nobiliari e borghesi, collocati per lo più nelle camere private, viste le ridotte dimensioni, e non nella galleria, solitamente…
Read More

CONTATTA I NOSTRI ESPERTI

null

DIPINTI ANTICHI E DEL XIX SECOLO

Fabrizio Romiti
fabrizio@bolliromiti.it

null

PORCELLANE E MAIOLICHE ANTICHE

Donatella Bolli
donatella@bolliromiti.it

null

MOBILI E ARTI DECORATIVE

Simonetta Bolli
simonetta@bolliromiti.it

null

ARGENTI E GIOIELLI, OROLOGI

Federico Capuano
federico@bolliromiti.it

null

TAPPETI E TESSUTI

Massimo Romiti
massimo@bolliromiti.it

null

DESIGN E XX SECOLO

Francesco Alessandrelli
francesco@bolliromiti.it