Eclettismo: uno stile moderno

Fortemente osteggiato dai puristi dello stile, ingiustamente sottovalutato dalla critica storica, da metà ‘800 fino agli anni ’20 del ‘900 l’eclettismo si sviluppa in Italia e non solo come un viaggio nella storia dell’arte, volto da un lato a omaggiare e a recuperare in chiave romantica il passato aulico di un Paese appena formato e, dall’altro a soddisfare il desiderio di identità culturale della nuova borghesia. È un nuovo modo di orientare il gusto non più verso il rigore filologico degli stili, ma come composizione personale e fantasiosa di elementi differenti accostati in totale libertà. In ogni manufatto troviamo citazioni medievali e rinascimentali, riproduzioni classiche e barocche, ispirazioni pompeiane e neogreche, egizie e cinesi, frutto di un grande lavoro corale di artigiani ebanisti, fabbri, vetrai, ceramisti che costantemente affinano le proprie abilità tecniche con esiti virtuosi e sorprendenti. Questo nuovo “stile moderno” soddisfa le esigenze del presente con revival degli…

Read more

FontanaArte

FontanaArte nasce nel 1931 a seguito dell’incontro tra Giò Ponti, giovane architetto, e Luigi Fontana, imprenditore del vetro, che già nel 1881 aveva fondato una società, la “Luigi Fontana e Compagni” per la lavorazione e commercializzazione del vetro, consapevole dell’importanza che tale materiale andava assumendo in campo architettonico e della decorazione. Sono questi gli anni dell’imperante stile Liberty e delle Esposizioni Internazionali, tra le quali quella del 1906 a Milano, alla quale l’azienda partecipa presentando, in un imponente ed elegante padiglione, manufatti di eccezionale qualità, quali vetrate policrome e grandi arredi in vetro curvato. A seguito del grande successo ottenuto si sentì la necessità di ampliare la propria attività con filiali in tutta Italia e non solo e di creare, all’interno dell’azienda, una “divisione artistica” specialistica con il nome appunto di FontanaArte, sotto la direzione di Giò Ponti, che consapevole delle infinite possibilità offerte dal vetro come materiale d’arredo, già…

Read more

Schifano e Mao Tse-Tung

In occasione della nostra prossima asta – COLLEZIONI – il 25 settembre, andrà in vendita uno smalto di carta telata del 1970 di Mario Schifano, dal titolo Delle contraddizioni in seno alla società (lotto 195).  L’opera è parte del celebre ciclo Compagni Compagni, iniziato nel 1968 e ispirato al celebre discorso di Mao Tse-Tung del 1957 dal titolo Sulla giusta soluzione delle contraddizioni in seno al popolo, pronunciato all’Undicesima Sessione allargata della Conferenza suprema dello Stato. In questa serie di dipinti, Schifano intercetta e filtra la sua visione di quell’esperienza di contestazione socialista e comunista di cui egli avverte più il fascino estetico che non quello politico. L’artista racconta infatti a suo modo e con i mezzi a lui cari un periodo storico irripetibile che di lì a poco avrebbe visto una contestazione sociale frustrata e repressa sfociare nella violenza e nel rifiuto. In quel clima di effervescente agitazione, qualsiasi…

Read more